LA NATURA ASTRALE DEL VIRUS

Vorrei condividere con voi quello che ho percepito del virus in questi giorni, forse quest'immagine alternativa potrebbe aiutare.

Già da tempo entro in relazione con il volto sottile delle malattie e in particolare proprio l’estate scorsa sono entrata in contatto con il virus della pertosse.


Si era verificato un grosso contagio nella scuola del nostro paesino e anche i miei figli si sono ammalati! In sincerità, ho vissuto davvero male quel periodo, sono abituata a vederli generalmente sani e in quelle settimane di tosse quasi soffocante, mi sono messa in discussione sia come madre che come terapeuta. Per non averli protetti, per non aver visto il problema "in tempo" (i medici dicevano fosse bronchite, solo l’esame del sangue prescritto un mese dopo ci ha confermato la vera natura della tosse).


Oggi, vista la situazione attuale, non posso non ripensare all'esperienza di qualche mese fa al motivo per cui quella tosse orribile fosse arrivata in casa nostra.


Disperata dal vederli star male e soffocare, oltre ad utilizzare tutti i rimedi possibili naturali e allopatici, provai a intervenire anche con l’Energia.

Una sera, mentre guardavamo un film, mio figlio Nathann ebbe una forte crisi di tosse ed io, non sapendo più cosa fare, lo presi tra le mie braccia, posando le mie mani a livello dei suoi brochi e polmoni. Le lasciai poi immergersi nella controparte eterica di questi organi, facendole agire assieme al mio sguardo anch'esso penetrato.

Ciò che vidi fu per me una vera rivelazione: attaccati ai bronchi vi erano degli «esserini» verdi con lineamenti simili ai "gremlins", ma al posto degli arti avevano delle diramazioni multiple di ventose che andavano a intasarli.

Questi «esserini» erano il volto sottile della malattia!

I bronchi di Nathann erano diventati la loro casa.. ma per quale motivo?

Tuffai il mio sguardo ancora più in profondità, nella smorfia monella di uno dei gremlins, per comprenderne meglio la missione e vidi la loro possibilità di afferrare solo coloro che dubitano della vita, coloro che temono la morte propria o dei loro cari.

Per me fu un’illuminazione! Ricordai che erano decedute due mamme della scuola dei miei figli (che è più simile ad una grande famiglia, visto i soli 40 allievi) e compresi la connessione tra la pertosse e l'esperienza che i bambini di quella scuola avevano appena vissuto qualche mese prima.

I bambini di quella scuola si erano confrontati con il tema della morte e si era instillato in loro il dubbio che i genitori potessero morire.

Era chiarissimo. Feci appello a ciò che vi è di più bello in questo Universo ed inviai Luce e Amore ai polmoni di mio figlio e alla sua anima, affinché percepisse che in questa vita o nella vita Oltre avrebbe potuto sempre contare sulla mia Presenza.

Gli "esserini", non sopportando più la vibrazione alta che si stava installando e non avendo più l’appiglio della paura della morte e dell’abbandono, furono obbligati ad andarsene.


Quest'esperienza è stata fondamentale per la comprensione del virus che circola oggi.

Ci tengo a precisare che NON siamo vittime di queste presenze, loro abitano continuamente lo spazio sottile che ci circonda nella loro manifestazione fisica (virus e batteri). Sono estremamente connesse alle volontà della vita e siamo noi ad attivarle o a richiamarle a noi nel momento in cui non siamo più allineati con la nostra anima.

L’essere umano è concepito da forze cosmiche Altissime, la nostra vera natura è Luce e in quella luce niente potrebbe scalfirci, ma dalla nostra nascita, giorno dopo giorno e in base al nostro vissuto quotidiano, ci allontaniamo dalla nostra vera natura, indebolendoci sia energeticamente che fisicamente.
Questi virus e/o batteri, quindi, non sono nemici, sono al servizio dell’Universo affinché ci mostrino quanto ci siamo allontanati dal nostro stato di Coscienza originale. Sono servitori della Vita stessa.

Infatti nel momento in cui sono entrata in contatto con loro attraverso Nathann non mi sono né spaventata né ho provato ribrezzo, ma amore e rispetto per il ruolo che avevano scelto di interpretare nella giostra della Vita.

Allora, perchè vi sto dicendo tutto questo…

In questi giorni ho avuto diverse richieste di amici e conoscenti che sono stati toccati dal virus e forte dell’esperienza vissuta qualche mese fa, ho chiesto di entrare in contatto con la sua controparte astrale.


Il C - virus che sta circolando attualmente presenta delle caratteristiche sottili molto diverse dai virus comuni.

Quando sono entrata in contatto con lui si è rivolto a me parlandomi in prima persona, cosa assolutamente non comune negli altri virus, i quali rispondo ad una intelligenza superiore. Mi è apparso, inoltre, come un vero "freelancer" che opera per sè stesso, programmato per uno scopo ben preciso.

Questo dice ben due cose: primo, mi vien confermato che è stato creato dall’uomo e non da Madre Natura (cosa che sul net pare ormai certa); secondo, è che non risponde alle Leggi di Risonanza nell’uomo, come fanno invece gli altri virus, poiché, non essendo al servizio della Vita, non viene per mostrarci quanto ci siamo allontananti dalla nostra Natura Divina, ma ha il compito di rafforzare sè stesso e adempire alla missione per la quale è stato programmato.


Quest’essere è una delle mani di un regime occulto di potere, che oltre ad avere delle radici forti e profonde nel nostro sistema sociale, è un regime che conosce perfettamente la controparte energetica dell’esistenza e se ne serve magistralmente.
Questo regime non vuole il nostro Risveglio ed installerà in noi delle paure esistenziali per farci rinunciare alla nostra libertà fisica e spirituale.

L’umanità sta attraversando un cambiamento epocale, un cambiamento vibrazionale. Cosa implica questo cambiamento? La vicinanza a uno stato di Coscienza e a un mondo meno lontani e meno separati dalla Fonte.

Per fare questo, sono necessari dei cambiamenti in noi per innalzare le nostre vibrazioni (grado di luce e quindi di amore).


In quest’epoca il salto quantico che ci viene richiesto è che l’uomo esca dall’Ego.

L'ego è ciò che ci fa credere di essere "solo" mente, emozioni e corpo fisico ed è ciò che ci fa credere di essere separati dagli altri, dalla natura, da Dio (o "divino" come preferite);

è ciò che ci allontana dalla nostra vera identità che è quella animica, identità che non conosce Fine.

Le forze del non-amore non vogliono questo cambiamento in noi e si inventeranno di tutto per mantenerci nell'Oblio..e per questo scopo, cosa esiste di meglio per loro..della paura?

Che questa situazione sia creata apposta o meno non ha importanza, ma è senza dubbio una grande occasione per fermarci! Solo nel Silenzio possiamo ascoltare l’anima e tutte le sue verità!


Abbiamo l’occasione di liberarci dalla paura di morire, abbiamo l’occasione di stare fermi, dentro, e meditare. Il grande meccanismo mondiale si è fermato e noi continuiamo ad essere nel caotico rumore del dover fare, capire, spiegare… questo ci mostra che purtroppo siamo noi ad alimentare questo mondo.


Allora basta..

La morsa di un regime di potere si sta, senza dubbio, facendo sempre più sentire, ma penso che solo incarnando uno stato d’essere più silenzioso, più autentico, possiamo toglierle potere.


In questi giorni non facciamo altro che alimentare il caos, anche con le nostre molteplici meditazioni di gruppo, canalizzazioni ed altro.

Non sto dicendo di non meditare o di non trovare una connessione, ma quanto di questi gesti sono polarizzati ancora sul Fare e quanti sull’Essere?

Tutte queste meditazioni stanno creando grandi serbatoi sottili intorno al pianeta, serbatoi senza dubbio positivi, ma molti dei quali alimentano uno strato che separa dalla Fonte.

E’ difficile per me dire queste cose (e sono sicura di richiamare il disappunto di molti), ma anche il nostro fare positivo a volte è un fare ignorante e rumoroso. Dico questo senza accusa e giudizio, io stessa sarei la prima ad organizzare meditazioni per contro-bilanciare la paura, ma senza conoscere il disegno esatto di ciò che sta avvenendo, dove incanaliamo le nostre preghiere e meditazioni? Come si manifesteranno nel sottile ?


Meditiamo sì, ma con umiltà, nel Silenzio e in Armonia con la Vita. Nel Silenzio potremo Ascoltare e nella Lucidità potremo Vedere.


Con affetto

Chantal


18,416 vues3 commentaires