• Chantal Dejean

In viaggio nell'astrale



Vi ricordate quando mesi fa parlavamo che il pianeta Terra stava attraversando un tunnel temporale?

A che punto siamo di questo attraversamento? Come ormai è ben saputo, l’intero sistema solare ha intrapreso un movimento di Ascesa. Sono movimenti abituali nell’universo che coinvolgono ogni creatura vivente. Essendo però il tempo terreno molto più lento di quello cosmico abbiamo l’impressione che ciò che stiamo vivendo in questi ultimi tempi sia un’eccezione. Questi processi evolutivi caratterizzano la nostra vita dall’alba dei tempi e così lo sarà per sempre. Tanti altri processi come questo caratterizzeranno la vita della nostra anima.

C’è però da chiedersi che cosa stia succedendo esattamente oggi.

La terra negli ultimi mesi ha intrapreso uno spostamento che la vedrà posizionarsi in un altro luogo vibratorio. Vi sono delle correnti energetiche nello spazio che ci permettono di trovarci rapidamente in luoghi diversi. Diverse dimensioni di coscienza.

Sono mesi quindi che siamo in questo canale energetico. Stiamo passando da uno stato vibratorio ad un altro. Per il pianeta terra comporta l’attraversata della dimensione astrale. Questa dimensione ha delle caratteristiche precise, è difatti la manifestazione delle nostre emozioni, del nostro stato egoico. Per i trapassati, in questa dimensione, se non hanno sviluppato una connessione con la loro coscienza profonda, risultano essere “posseduti” dalle loro credenze e emozioni. Sono emozione, istinto, nient’altro. Non c’è ragionamento logico o profondo. L’emozione li possiede facendoli agire lontani dal buon senso.

Vi sono 7 livelli di ogni dimensione e per l’astrale questi sette livelli variano a seconda delle emozioni. Dalle più basse di paura e odio alle più alte di Gioia e serenità.

L’umanità sta però attraversando queste dimensioni per la prima volta da sveglia, da vivi. Siamo ancora nella traversata delle dimensioni più basse, con tutto ciò che comporta in noi e fuori di noi. L’astrale è caratterizzato anche da entità, presenze che risuonano a quelle stesse emozioni. Con gli occhi di chi può vedere, l’aria è colma di entità astrali che come veri tsunami ci attraversano destabilizzandoci. Non siamo di certo stimolati a dare il meglio di noi perché loro si nutrono delle nostre emozioni più basse. Siamo così soggetti alle stesse perturbazioni di coloro che si disincarnano ma in un corpo fisico. Il pilastro centrale della nostra Luce è veramente messo alla prova. Tutte le emozioni non risolte, tutte le convinzioni, i credo, i limiti della personalità sono qui esacerbati e tendono a prevalere sul cuore e il buon senso.

Sempre di più la paura attanaglia, così come l’odio, la maleducazione e l’estremismo. Vi capita mai in questo periodo di essere presi dall’angoscia e di notare negli altri uno sguardo privo di Coscienza?

Nessuno, ripeto nessuno, è escluso dagli effetti del mondo astrale perché tutti noi siamo caratterizzati da questa stessa energia.

Ognuno di noi in questo periodo sara’ posseduto dalle proprie emozioni, dai propri limiti. Una parte del nostro ego, e dei muri interiori che ci siamo costruiti e che ci impediscono di manifestare una dose della nostra divinità, dovranno cadere. Questo comporterà una parte di dolore e paura. La trasformazione dell’Ego è l’unica morte che lui teme.

È importante per vivere al meglio questa traversata, rimanere centrati in ciò che vi è oltre il Mondo astrale. Il Mondo dell’Anima, del Cuore. Che cos’è anima? AMORE.

La scelta è UNA soltanto e SIAMO TUTTI UNITI in questo: scegliere il Cuore.

Oltre gli scenari esterni e terreni vi è una via... una via interiore, un atteggiamento, una postura. Questo è ciò che l’uomo dovrà scegliere, essere un po’ più Uomo. Un essere amorevole, coraggioso nel portare la Fiamma, imperturbabile nell’essere Se’ stesso. Un essere che sceglie prima di ogni cosa, la Manifestazione della sua divinità.

Possiamo continuare ad accusare l’esterno, ad additare, dire che sono i grandi capi a impedirci l’elevazione. Certo ad un livello relativo e’ vero, ma quelle persone sono li perché noi per primi permettiamo a quelle forze in noi di prevalere sul Cuore, sul Buon senso e sulla Fratellanza.

Vogliamo ancora continuare a perdere la nostra umanità? Continuare a farci la guerra? Continuare a scegliere un polo piuttosto che un altro? Quando sceglieremo di essere degli Uomini e Donne degni della Luce che ci abita?

Questa attraversata vuole una sola cosa, la scelta del Cuore. Non dimentichiamoci che le realtà sono prima di tutto vibrazionali e poi materiali. Gli scenari esterni sono solo lo specchio di ciò che è in noi.

La nostra capacità di amare sarà quindi più che mai messa alla prova.

I potenti che pensano di governare, conoscono le forze energetiche, la psiche, l’esoterismo a dei livelli che noi nemmeno immaginiamo. Sanno che per loro il tempo sta per finire e vogliono in tutti i modi distrarci dal cambiamento dalla creazione di una nuova realtà. Tutto ciò che sta succedendo è solo una distrazione. Hanno catturato l’attenzione sia di chi è pro sia di chi è contro. Fino a qualche settimana fa si vedeva, si percepiva la creazione di un nuovo mondo, lo si stava costruendo in dimensioni sottili, ma ora sembra che il suo arrivo si stia allontanando in un tempo più lontano. Sono pochissime le anime che si sono posizionate in questa nuova realtà vibratoria e che la stanno coltivando.

È questo quello che vogliono! Non pensiamo ne parliamo d’altro ultimamente. E il mondo futuro sta entrando in uno stato di sospensione aspettando che noi lo coltiviamo.

Loro vinceranno quando saranno riusciti a fermare l’emersione del cuore in noi. Come? Manipolando la nostra astralita’, attizzando in noi emozioni come odio, collera, giudizio paura e tanto altro.

La loro lotta è prima di tutto vibratoria, perché per leggi sottili se nel vibratorio l’uomo non gli da nutrimento sanno che nel fisico moriranno. Così se noi alimentiamo energie basse in noi, alimenteremo dei serbatoi energetici planetari che li manterranno in vita. Stanno lottando per la sopravvivenza e siamo ancora noi a nutrirli, purtroppo.

Se vogliamo vedere l’emergenza di una nuova umanità dobbiamo da subito coltivare in noi le virtù che le sono proprie.

Questa è l’unica battaglia esistente. Più che mai siamo responsabili del nostro futuro. A che energie daremo nutrimento? A quale mondo? Chi scegliamo di essere?

Da oggi in poi ogni azione, scelta, parola, dovrà essere in linea con la parte più elevata di noi. Da oggi in poi è necessario nutrire il Mondo Nuovo se vogliamo vederne l’emergenza. Occupiamoci del mondo terreno ma focalizziamoci sul mondo che vogliamo vedere nel nostro prossimo futuro. Certo non abbiamo ancora quel discernimento per conoscerne la differenza, ma possiamo, possiamo iniziare ad imparare. Possiamo iniziare a Volere essere diversi.

Stiamo dando troppa della nostra attenzione al mondo vecchio. L’attenzione è una forza energetica che nutre chi la riceve. Quando desideriamo che un fuoco si spenga bisogna smettere di nutrirlo, ignorandolo.

Occupiamocene si, ignorandolo. E parallelamente uniamoci nella creazione di una nuova esistenza.

Navighiamo tra i suoi scogli come meglio possiamo, con un’unica direzione: raggiungere il mare aperto.

Chantal

657 vues0 commentaire

Posts récents

Voir tout