MI E’ STATO CHIESTO: "Cosa ne pensi dell’omosessualità?"

La prima volta che lessi questa domanda nella mi casella di posta non potei non sorridere, poi le domande divennero numerose e allora mi son detta che forse avrei dovuto pensarne qualcosa anch’io sull’omosessualità!


Sembra che si debba avere un’opinione su tutto, tutto deve essere sistemato per bene in compartimenti stagni dove da una parte vi è il bene e il giusto e dall’altra parte ciò che non è giusto, senza che sia contemplato il “non catalogato”, la nostra mente ha bisogno di essere rassicurata dando un’opinione su tutto cosicché da non perdere il controllo.

Sei di destra o di sinistra? Sei vegetariano o vegano? Sei nero o bianco? Sei buono o cattivo?

Sei spirituale o “normale”?


Tutto questo mi rattrista, la via del cuore sembra ancora essere lontana… il contemplare che vi siano una moltitudine di piccole verità che insieme, soltanto insieme disegnano l’Unica Verità sembra essere ancora lontano da noi.

Se abbiamo bisogno di farci un parere sull’omosessualità vuol dire che di omosessualità non ne sappiamo niente e quando non conosciamo diventiamo diffidenti e ignoranti e creiamo muri che ci impediscono invece di Conoscere e Comprendere.

La via della Spiritualità è una via di Apertura non di chiusura…

Ho dei cari amici e amiche transessuali e omossessuali e posso dire che queste anime siano venute ad insegnarci l’Amore oltre la forma, siano venute per scatenare un potente risveglio, quello dell’Amore tra Anime.

Sono venute per spezzare le molteplici istituzioni religiose e culturali nelle quali ci siamo arenati.

Sono venute per ricordarci che l’incastro Perfetto è quello tra due anime che si sono riconosciute, ed è un incastro che va ben aldilà dell’involucro fisico.

Sono anime coraggiose che stanno rendendo un grande Servizio ad una società che ancora rimane fossilizzata nell’apparenza fisica e materiale.


Nel momento in cui vi è Amore perché porci tante domande?


Vi sono coppie eterosessuali che stanno insieme nella menzogna, rinnegando se stessi, rinnegando il proprio cuore e soprattutto rinnegando la vita che è Amore, questo per paura o per senso del dovere, generando cosi frustrazione, malcontento che ricadono su tutte le persone a loro vicine; ma se vediamo una coppia omosessuale che si Ama, che si rispetta e che genera Amore tutto intorno a sé, questo a noi non sta bene, perché i loro corpi sono simili!

Siamo coscienti delle nostre assurdità? Ci proclamiamo tanto spirituali quando non sappiamo ancora riconoscere dove vi è Amore?

Siamo qui per una giustizia umana o siamo qui per portare nel mondo la giustizia del Cuore?


Ad ognuno vivere e guardare il prossimo come vuole ma una cosa la devo dire… è ora di smetterla di investire cosi tante energie nel cercare di capire se quello che fa l’altro sia giusto o sbagliato.

Iniziamo da Ora a chiederci quanto Amore c’è in noi, quanto Amore incarniamo nelle nostre scelte, nelle nostre Azioni… e quando Conosceremo l’Amore in noi e lo Consacreremo, lo sapremo riconoscere anche in chi incontreremo e lo Onoreremo, aldilà dell’illusione della nostra carne.


Sempre con immenso affetto, Chantal

0 vue